Crea sito
Gravellona Lomellina OnLine
16Ago/120

Un libro da leggere: A sangue freddo (In cold blood) di Truman Capote

A sangue freddo, scritto nel 1966, è il reportage esteso di un omicidio multiplo della famiglia Clutter. Quando Truman Capote venne a sapere di questa tragedia, avvenuta in Kansas nel 1959, si recò subito sul luogo insieme all'amica d'infanzia Harper Lee. Intervistarono molte persone nella cittadina di Holcomb e poiché poco dopo i due assassini vennero catturati, Capote intervistò ripetutamente anche loro, spendendo sei anni nella scrittura di questo libro, forse il primo romanzo non-fiction mai pubblicato.
In Cold Blood (A Sangue Freddo) - La copertina Herbert Clutter era un coltivatore benestante e rispettato a Holcomb, Texas. Viveva con la moglie Bonnie, malata, e i figli minori Nancy, 16, e Kenyon, 15. Due ex detenuti commisero gli omicidi per derubare il signor Clutter, poiché uno di questi aveva saputo da un compagno di cella che era solito tenere molto denaro in casa. Una volta lí, e avendo scoperto che questa informazione era falsa, Smith uccise il signor Clutter e poi la sua intera famiglia. Poco dopo i due furono arrestati e, dopo cinque anni nel braccio della morte, giustiziati per impiccagione.
A sangue freddo fu inizialmente pubblicato a puntate dal New Yorker (1965) e causò una forte reazione. L'anno dopo la Random House lo pubblicò sotto forma di libro. Il romanzo fu accusato di essere cruento (Tom Wolfe scrisse: "Il libro non è né un chi-l'ha-fatto n&eacute un li-prenderanno perchè la risposta ad entrambe le domande è nota fin principio... Invece, la suspense del libro è ampiamente basata sull'idea totalmente nuova per le storie investigative: la promessa di dettagli cruenti, e la decisione di non fornirli fino alla fine.") e anche di essere non totalmente accurato.
Capote è molto bravo a scrivere un resoconto narrativo ma comunque giornalistico. Questo distacco può essere visto come un fattore negativo, ma si preferisce allo stile in auge al giorno d'oggi. Capote ci presenta la famiglia Clutter, composta di membri buoni e produttivi della societá di Holcomb. Ci presenta i due assassini, due psicopatici. Ci presenta Holcomb, una cittá sofferente e paranoica. Quando il libro finisce sembra quasi che sia una storia come tante altre, forse grazie all'ambientazione distante nel tempo e nella geografia e alla traduzione datata (ma bellissima). Ma quando si digita "Clutter family" su Internet e si vedono le foto, si realizza improvvisamente che qui stiamo parlando di persone vere. Inquietante...

La pagina Wikipedia dell'opera

Pubblicato il Stefano

Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.